RUNNING SCHOOL
 RUNNING SCHOOL 

ALZATI

MUOVITI

CORRI!

 

La società di oggi si sta evolvendo e sta progredendo sotto diversi aspetti, ma ce ne è uno in particolare su cui si stanno avendo grossi problemi e non si riesce ad avanzare: il movimento. I nostri antenati dovevano cacciare animali e scavare nella terra alla ricerca dell’acqua, in poche parole dovevano muoversi e fare attività per non morire di fame. A noi tutto questo sembra strano e impossibile perché ci basta qualche passo e siamo davanti al frigorifero, prendiamo la macchina e siamo al supermercato, siamo sul divano e ordiniamo il cibo a domicilio. Questo modo di vivere ci ha portato a diminuire di due terzi la nostra attività fisica rispetto a solo 100 anni fa.
I muscoli del nostro corpo necessitano di 300 stimoli al giorno per svilupparsi e di almeno 200 per rimanere in forma. La muscolatura ci permette di muovere e di sopravvivere, è dunque fondamentale per la nostra salute. La funzionalità degli organi e la dimensione del cuore si riducono notevolmente anche in soli 9 giorni di assoluta sedentarietà.
La maggior parte di noi durante la giornata rimane seduta, ma l’essere umano non è stato creato per restare con i glutei sulla sedia! Lo attesta l’evoluzione che ci ha condotto fino alla stazione eretta, con un processo lunghissimo, che ha richiesto moltissimi anni. La sedia ci costringe ad assumere una posizione innaturale, che provoca delle problematiche a livello scheletrico e muscolare, con ripercussioni sulla schiena e gli arti inferiori, che perdono tono muscolare, il bacino, che soffre di instabilità, e il rachide, che diventa più rigido. La conseguenza di questo comportamento è un indebolimento generale che ci porta alla ricerca sempre più assidua della sedia.
Stare seduto è quindi dannoso, sovraccarica molto la colonna, ben più della stazione eretta, creando disturbi che stanno diventando sempre più assidui. L’incidenza è 10 volte superiore rispetto ai paesi meno industrializzati. Anche nelle scuole ci sarebbe la necessità di migliorare questo aspetto che crea problematiche già in tenera età, che nel proseguimento diverranno via via sempre più complicate da trattare.
I sintomi più gravi si avvertono quando si muove la colonna, ma il danno è a monte ed è da imputare alla posizione che assumiamo durante il giorno.
La soluzione è quella di muoversi, correre, fare attività sportiva. Cambiare spesso la posizione di lavoro può già essere una buona intuizione, ma è comunque necessario fare attività fisica che permetta di mettere in moto il proprio corpo e il proprio organismo con numerosi benefici.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Stampa Stampa | Mappa del sito
RUNNING SCHOOL© L.go Cairoli angolo via Luca Beltrami 20121 Milano - TopRun -Partita IVA 04070040961

Chiama

E-mail