RUNNING SCHOOL
 RUNNING SCHOOL 

DIVERSI TIPI DI LESIONI DA CORSA

 

Una piccola guida per le diverse tipologie di lesioni da corsa da leggere attentamente per poter identificare le eventuali aree che rappresentano un fattore di rischio nel tuo programma di allenamento.

TRAUMI
Un trauma è una lesione causata da un incidente o evento "traumatico", come ad esempio cadere inciampando durante la corsa. Sono eventi che si verificano in modo inaspettato, rendendoli difficilmente prevedibili e prevenibili. Piccoli accorgimenti attuabili sono: prestare attenzione durante un allenamento su terreno bagnato, ghiacciato o accidentato, investire su calzature di qualità e riscaldarsi per una decina di minuti prima dell’allenamento. Quest’ultima attenzione permette di ridurre le lesioni causate da movimenti improvvisi, come stiramenti e strappi muscolari, e può essere integrata da esercizi di allungamento (stretching).

LESIONI DA SOVRACCARICO
Le lesioni da sovraccarico sono causate da movimenti ripetitivi, in pratica si tratta di numerosi microtraumi che si accumulano nel tempo. Ad esempio, troppo volume di corsa porta a sovraccaricare le articolazioni e i tendini, e può causare dolore al ginocchio o dolore al tendine d'Achille. Due sono solitamente le vie che conducono a questo tipo di lesioni e talvolta l’infortunio è la conseguenza della combinazione di entrambi i fattori.

Cause estrinseche
Sono i fattori esterni come: calzature (scarpe da corsa consumate o scarpe errate perché non anatomicamente efficienti), superfici (corsa ripetuta su terreni dure o su strade mantengono per larghi tratti la stessa inclinazione nella medesima direzione), il programma di allenamento (sovrallenamento, aumento delle distanze troppo velocemente e non in linea con il proprio grado di allenamento, non permettere al corpo di recuperare completamente ed in maniera adeguata dopo l'esercizio), condizioni meteorologiche (correre al freddo senza un riscaldamento adeguato, colpo di calore, disidratazione).

Cause intrinseche
Sono i fattori che riguardano il proprio corpo e sono relativi alla propria costituzione fisica. Da soli solitamente non causano lesioni, ma possono portare ad un recupero più lento, ad una guarigione non completa e ad una più alta probabilità di infortunarsi nuovamente. Alcuni esempi: disequilibrio muscolare (muscoli agonisti molto più forti degli antagonisti, arto destro molto più forte del sinistro), mancanza di flessibilità (o anche eccessiva flessibilità), anomalie fisiche che influenzano il modo di correre (arto più lungo dell’altro, pronazione o supinazione eccessiva, piede piatto o cavo, valgismo o varismo), certe tipologie fisiche (forme e dimensioni corporee non adatte).
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Stampa Stampa | Mappa del sito
RUNNING SCHOOL© L.go Cairoli angolo via Luca Beltrami 20121 Milano - TopRun -Partita IVA 04070040961

Chiama

E-mail